Reportage



Fare reportage fotograficamente significa studiare il soggetto che si racconta, quasi vivere con esso prima di fotografarlo per poi raccontarlo portando dentro se le emozioni che questo ti ha lasciato. Fare fotografia di reportage significa riuscire a condensare in un attimo quel fluido di energia nascosta che le persone , i luoghi, le cose emanano. Fare fotografia di reportage significa scrivere un romanzo sapendo che chi lo legge non legge solo parole ma immagini, colori, scelte, identità e attraverso tutto ciò entra in magica simbiosi con il mondo che lo circonda.

Ricerca



Un'idea, un pensiero, uno sguardo, un concetto, un bianco, un nero, un colore, un'attrazione... tutte queste sono emozioni che guidano chi fa fotografia di ricerca.
E' come sentirsi in un vortice che ti prende a volte prima di vedere il soggetto. Nasce nella testa del fotografo ed anche il modo di raccontare è guidato da un qualcosa che hai dentro e che vuoi fare uscir fuori, è il momento in cui si vive la fotografia in un modo interiore, intimo, è un vedersi dentro, uno scrutarsi, un capirsi, un liberarsi, un liberare le proprie pazzie e le proprie energie in un clich.